fbpx

L’impronta dentale

Cos’è un’impronta dentale

Un’impronta dentale è un calco che riproduce fedelmente i denti e le gengive del paziente e viene utilizzato per realizzare protesi in gesso dell’intera arcata dentale.

Ogni qualvolta il dentista decide di realizzare un impianto o una protesi dentaria, il primo passaggio è quello di effettuare un’impronta delle arcate dentali al fine di realizzare degli impianti che si adattino perfettamente alla struttura dell’arcata dentale ed evitare errori che possano infastidire il paziente.

Il dentista esegue un’impronta dentale così da essere certo che l’impianto sia perfettamente in linea con gli altri denti: oggi la precisione è garantita al 100% grazie alla digitalizzazione dei laboratori odontotecnici che riproduco in 3d l’impronta per la realizzazione del manufatto protesico.

Studio di una impronta in digitale

Come si prende un’impronta dentale

È fondamentale che l’impronta dentale sia eseguita con calma e precisione, seguendo scrupolosamente i vari passaggi:

  • Scelta del porta impronta. Si tratta di supporti metallici o in plastica su cui va applicato il materiale per l’impronta. È quindi importante scegliere un supporto adatto all’arcata dentale del paziente;
  • Scelta del materiale per l’impronta. Il passaggio successivo alla scelta del porta impronta è quello del materiale. In genere, il materiale più comunemente utilizzato per queste procedure è l’alginato, di cui sono disponibili diverse versioni. Ad esempio, per i pazienti più sensibili è consigliabile quello a presa rapida così da ridurre al minimo il disagio;
  • Preparazione della pasta per impronte dentali. Si inizia col versare dell’acqua in un contenitore a cui va aggiunto l’alginato in polvere. Poi, si miscela il tutto aiutandosi con una spatola per circa un minuto. A questo punto, il contenuto deve avere una consistenza cremosa e malleabile e può essere inserito nel porta impronta ed applicato con cura nella bocca del paziente. Al termine di un paio di minuti al massimo, il dentista rimuove delicatamente il supporto dalla bocca.

Un lavoro di squadra: dentista e odontotecnico

Molto spesso la figura del dentista e dell’odontotecnico si ritrovano a collaborare insieme e a svolgere
un compito molto importante che è legato all’analisi estetica dentale del paziente.
Questo perché in odontoiatria estetica, il dentista e il tecnico collaborano a stretto contatto per
trasmettere in maniera efficace e performante le proprie conoscenze in ambito dentale. Infatti grazie
all’esperienza e al know how del dentista, il paziente può vedersi risolvere problematiche relative all’aspetto estetico e armonico del suo sorriso.
L’odontotecnico a sua volta, grazie alla conoscenza delle simmetrie e dell’armonicità dei visi, collabora con il dentista per trovare il miglior modo possibile di ristabilire l’aspetto estetico di un paziente: dalla morfologia di un ponte, ad una ricostruzione con faccette, così da collocare nella bocca del paziente
il sorriso ideale e più consono alle caratteristiche del suo viso, il tutto passando dalla presa delle impronte.

Protesi dentarie di ultima generazione
Protesi dentarie e Cad/Cam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sei interessato all'estetica dentale?

Scarica il nostro e-book gratuito