fbpx

L’impronta dentale

L’impronta dentale può essere definita come un calco, una riproduzione fedele di una o entrambe le arcate dentali. La rilevazione dell’impronta è finalizzata a produrre un modello in gesso o digitale che verrà poi utilizzato per elaborare apparecchi ortodontici

Storia dell’odontotecnica dagli egizi ai giorni d’oggi.

Nel 1901 un gruppo di medici dentisti milanesi e torinesi costituiscono la Federazione dei Medici Dentisti d’Italia, con l’obiettivo di ottenere la conversione in legge del  Regio Decreto n. 6442 del 1890. Tra essi Alberto Coulliaux, Carlo Platschick e Camillo Palazzo, che diffondono il Giornale di corrispondenza dei Medici Dentisti, organo ufficiale della...

I materiali dell’odontotecnico: il teflon e i suoi utilizzi

La protesi flessibile in nylon è una protesi mobile parziale costruita per sostituire parte dei denti persi specie nella parte posteriore della bocca (edentulia parziale). E’ costruita con materiale termoplastico molto resistente, indeformabile ed altamente biocompatibile che non provoca allergie.

Sei interessato all'estetica dentale?

Scarica il nostro e-book gratuito